Marsa Alam: villaggio Sol Y Mar Abu Dabbab

Introduzione

Dopo un inverno particolarmente difficile per via delle continue influenze decidiamo di concederci una settimana di mare sul Mar Rosso, e più precisamente a Marsa Alam. L'esperienza sul Mar Rosso è nuova per tutti ed è particolarmente attesa dal sottoscritto in quanto subacqueo, visto che i fondali di questo mare sono tra i più colorati e ricchi di vita al mondo.

Dopo una serie di ricerche puntiamo sul villaggio Sol Y Mar Abu Dabbab gestito dalla Welltour nonostante i commenti non proprio positivi che troviamo sui comuni portali di viaggio (Tripadvisor in primis). Il motivo principale di questa scelta è dovuto soprattutto al fatto che si trova in una delle baie più belle di Marsa Alam: questo per noi è di fondamentale importanza in quanto l'esigenza è quella di avere una spiaggia di sabbia con il mare accessibile direttamente senza il pontile. Secondo punto, ha al suo interno un diving molto rinomato e affidabile, il Diving Ocean (stando sempre alle notizie che riesco a trovare sul web).

Il villaggio (con clientela internazionale: molti italiani e poi principalmente polacchi, olandesi e tedeschi) è raggiungibile con circa 20 minuti di autobus dall'aeroporto di Marsa Alam; sempre che il vostro bagaglio arrivi insieme a voi, e non come è successo a noi, con il volo successivo (2 ore dopo!).

Il primo impatto non è stato proprio eccezionale: il villaggio non è proprio il massimo della vita, ma di questo eravamo già sufficientemente consapevoli fin dalla partenza. Quello che più ci inquieta però purtroppo è il forte vento e…. Una distesa impressionante di meduse spiaggiate sul bagnasciuga proprio nei pressi della riva. La nostra faccia deve essere stata così eloquente tanto da far avvicinare il bagnino il quale, molto gentilmente, ci ha spiegato e fatto vedere che le meduse per fortuna non sono di quelle urticanti e quindi non costituivano alcun pericolo. Nei giorni successivi poi per fortuna sono quasi scomparse anche se ogni tanto se ne incontrava comunque una.

Il vento invece è stato una costante più o meno presente per quasi tutta la vacanza risultando particolarmente fastidioso soltanto due giorni (uno dei quali io ero in barca ad Elphinstone!). Il fatto che il villaggio si trovi all'interno di una baia, lo rende comunque sufficientemente riparato dal mare mosso.