Immersione al Pifferaio, Bergeggi

i tratta del punto dell'isola più frequentato per immersioni didattiche, o quando il moto ondoso sul lato esterno dell'isola è troppo forte. Il punto deve il suo nome a una struttura metallica sul pendio di Bergeggi ed è un perfetto punto di riferimento per ancorare. La discesa avviene lungo la parete. Grandi massi sovrapposti creano corridoi e strettoie, abitati sovente da corvine. Intorno nuotano saraghi fasciati e maggiori e re di triglie. Intorno ai 9 metri il fondale diventa quasi pianeggiante ed è completamente ricoperto di alghe. Si prosegue verso sud-ovest fino all'inizio di una parete perpendicolare che termina a circa 18/20 metri di profondità, ricca di anfratti, buchi e tane (indispensabile una torcia!), dimora di granchi e gamberi. Non mancano i nudibranchi, le spugne e i policheti. Ai piedi della parete, invece, il fondo è pianeggiante e piuttosto fangoso e non vale la pena di esplorarlo.


Logbook

Immersione n. 136 del 26/04/2014
Profondità: 18 metri | Tempo: 0.41

Immersione molto tranquilla. Visto un barracuda, qualche piccola cernia ed un paio di polpi.