Libri letti di recente


BelloBelloBelloBelloBelloBello

20/08/2011 - Appunti di un venditore di donne
di Giorgio Faletti
Genere: Thriller - Anno: 2010

Una buona storia, personaggi ben costruiti e una scrittura fluente e serrata. Forse l'unica pecca sono le troppe coicidenze che determinano la chiusura del cerchio ma non danno più di tanto fastidio. Nel complesso un bel romanzo.


Così cosìCosì cosìCosì cosìCosì cosìCosì cosìCosì così

19/09/2010 - Fuori da un evidente destino
di Giorgio Faletti
Genere: Thriller - Anno: 2006

A me non ha fatto proprio impazzire questo libro. Molto lento e difficile da seguire nella prima parte, poi il tutto si conclude in maniera affrettata e scontata. Il legami tra i vari personaggi viene fuori molto tardi ma si intuisce sin da subito dove si vuole andare a parare. Secondo me risulta un'occasione persa perchè l'idea era molto buona. Vista la tipologia di storia mi sarei aspettata più tensione approfondendo la componente paranormale della storia.


CarinoCarinoCarinoCarinoCarinoCarino

25/03/2010 - La regina dei castelli di carta
di Stieg Larsson
Genere: Thriller - Anno: 2009

La lettura di questo ultimo capitolo della famosissima saga Millennium mi è costato molta fatica. Le prime 350 pagine sono di una noia mortale tant'è che ho impiegato due mesi a leggerle; poi, finalmente, dopo questo strazio iniziale fatto di un numero esorbitante di sotto-racconti, personaggi, vicende che sembrano servire soltanto a far aumentare le pagine (850), si entra nel vivo dell'azione. Il personaggio centrale è ancora Lisbeth, mentre Blomqvist assume un ruolo quasi marginale a mio avviso, e, a dirla tutta, comincia pure ad essere quasi antipatico. Il giudizio finale è appena sufficiente: le ultime 300 pagine le ho lette in una serata, ma alla fine il migliore della serie rimane il primo capitolo.


BelloBelloBelloBelloBelloBello

16/12/2009 - La ragazza che giocava con il fuoco
di Stieg Larsson
Genere: Thriller - Anno: 2008

Leggermente meno bello rispetto al primo capitolo, ma pur sempre un buon romanzo. Le principali caratteristiche nuovamente confermate dell'autore sono uno stile letterario davvero accattivante e la forte caratterizzazione dei personaggi: risulta veramente difficile infatti non "affezionarsi" ai protagonisti. In "La ragazza che giocava con il fuoco" la vera protagonista è Lisbeth (a scapito però di Mikael che qui trova una parte un po' più relegata), la giovane hacker già incontrata nel primo capitolo della trilogia "Uomini che odiano le donne": qui la vediamo coinvolta in un giro internazionale di prostituzione e nello stesso tempo cominciamo a scavare nel suo passato fatto di violenze e di sopprusi subiti. Non mancano di certo i colpi di scena e l'azione è sempre a livelli abbastanza alti. Un'unica nota negativa, se vogliamo, la sparatoria finale, e soprattutto l'esito: obiettivamente lascia un po' perplessi, tantopiù che non si può parlare di un vero e proprio finale... e qui mi fermo per non anticipare nulla a chi non l'avesse ancora letto.


StupendoStupendoStupendoStupendoStupendoStupendo

10/11/2009 - Uomini che odiano le donne
di Stieg Larsson
Genere: Thriller - Anno: 2007

Un gran bel thriller; non c'è che dire! Il fatto di non riuscire a smettere di leggere (come riportato in copertina) è confermato dalle mie ultime due notti insonni. Adesso la decompressione è obbligatoria (non riesco mai a leggere due libri dello stesso autore consecutivamente), ma non passerà molto tempo prima di leggere il secondo capitolo della serie "Millennium".