Libri letti di recente


BelloBelloBelloBelloBelloBello

16/01/2015 - Ultramarathon man
di Dean Karnazes
Genere: Running - Anno: 2006

Dean Karnazes è senz'altro un personaggio fuori dal comune, non c'è che dire! E' uno di quelli che è riuscito a fare di una passione un vero e proprio business. Uomo dotato di elevate doti atletiche, Dean Karnazes grazie alle sue imprese è stato in grado di far conoscere al grande pubblico uno sport considerato piuttosto di nicchia e riservato a poche centinaia di pazzi.

Dopo aver praticato negli anni del liceo la corsa campestre, egli smise di colpo, a causa di un litigio con l'allenatore di allora, e non corse più per i successivi quindici anni. Nel frattempo si laureò ed intraprese la carriera di business man per conto di una grande azienda farmaceutica.

La sera del suo trentesimo compleanno, durante i festeggiamenti in un night club, la sua vita cambiò per sempre. Ubriaco e depresso uscì dal locale, tornò a casa, indossò un vecchio paio di scarpe da ginnastica, uscì in strada in piena notte e corse per quasi 50 chilometri. Fu così che iniziò la sua nuova vita ed il libro non è che la sua autobiografia da ultra-maratoneta. Karnazes racconta in modo molto colorito e simpatico delle sue imprese che superano qualsiasi limite umano possibile e immaginabile.

Tra i suoi racconti troviamo la Western States Endurance Run, la Badwater Ultramarathon, la prima maratona in Antartide con arrivo al Polo Sud. Nel 2006 completò 50 maratone, una al giorno per 50 giorni, in 50 stati diversi degli USA. Dean Karnazes è un personaggio simpatico , molto americano sotto molti punti di vista, ma in fondo in fondo rappresentato con un'immagine positiva seppure al limite dello spocchioso. Degne di nota sono le sue scorribande notturne con tanto di ristoro al volo a base di pizza e tacos.

Il libro si legge con interesse e divertimento e alla fine fa anche venire voglia di uscire in strada e mettersi a correre nel pieno della notte. Consigliato!


Così cosìCosì cosìCosì cosìCosì cosìCosì cosìCosì così

02/05/2014 - L'arte di correre
di Haruki Murakami
Genere: Running - Anno: 2009

"L'arte di correre" di Haruki Murakami è un libro piuttosto conosciuto nell'ambiente del running. L'autore, maratoneta e scrittore, lo definisce come un libro di memorie. A me personalmente ha abbastanza deluso. Innanzitutto l'ho trovato tremendamente noioso. Mi aspettavo un libro che parlasse "di corsa", mentre spesso ci sono divagazioni che nulla hanno a che fare col tema in oggetto, divagazioni che compaiono in maniera del tutto disorganica e disorganizzata. Insomma, un libro che si può tranquillamente evitare.


BelloBelloBelloBelloBelloBello

14/03/2014 - Corro perchè mia mamma mi picchia
di Giovanni Storti, Franz Rossi
Genere: Running - Anno: 2014

"Corro perché mia mamma mi picchia" é un libro leggero e molto divertente scritto da Giovanni Storti, componente del famoso trio comico, e da Franz Rossi, suo amico e compagno di avventure. L'ilarità che trasuda dalle pagine del libro è ben confezionata e mai banale; la semplicità delle storie risulta ben bilanciata con i tanti momenti di riflessione intensa e poetica sul mondo del running ed in particolare del trail.
Ciascun capitolo rappresenta una storia a se: quelli scritti da Giovanni Storti, risultano ben delineati dalle immancabili battute e dalle tante situazioni al limite del tragicomico. Quelli scritti da Franz Rossi, sono invece decisamente più riflessivi e coinvolgenti.
Questa continua alternanza delle tante storie di corsa fanno scorrere piacevolmente l'intera lettura del libro, conducendo il lettore a diventare quasi protagonista dell'avventura e del viaggio.
Sì perchè spesso e volentieri proprio di viaggio si parla: andiamo dalla Montagnetta di San Siro, passando dall'Islanda, agli Stati Uniti, all'Etiopia; per arrivare infine fino all'ultimo, bellissimo ed intenso capitolo, dedicato al Tor de Geants, l'ultra-trail di 330 km che percorre l'Alta Via n. 1 e 2 della Val d'Aosta.
Giudizio finale decisamente positivo!
Un libro che consiglio a tutti!
Non posso far altro che chiudere con una citazione tratta dal libro:
"Correre significa muoversi da un posto all'altro senza necessitá di altro che le tue gambe. Il movimento é vita. È scoperta. È avventura. La magia della corsa è tutta qui. Correre ti fa sentire vivo."


StupendoStupendoStupendoStupendoStupendoStupendo

25/02/2014 - Andiamo a correre
di Fulvio Massini
Genere: Running - Anno: 2012

Il libro contiene moltissimi spunti per chi come me si è da poco avvicinato al mondo del running e necessita di una vera e propria guida.
Molto interessanti i capitoli sulle varie tipologie di allenamento contenenti anche moltissime tabelle sulle quali fare riferimento per le proprie sessioni di corsa.
Fulvio Massini, da trent'anni allenatore di maratoneti, in questo libro ci spiega la tecnica, l'allenamento, l'alimentazione, l'abbigliamento, gli accessori, gli infortuni e gli esercizi per evitarli.
Un vero e proprio manuale della corsa da leggere e poi tornare a consultare in ogni occasione.