Libri letti di recente


CarinoCarinoCarinoCarinoCarinoCarino

25/02/2013 - Il vagabondo delle stelle
di Jack London
Genere: Romanzo - Anno: 0

Mura di pietra e porte di ferro servono ad imprigionare i corpi ma non possono rinchiudere lo spirito [cit.]


BelloBelloBelloBelloBelloBello

07/08/2012 - L'uomo d'istinto
di Salvatore Scarciglia
Genere: Romanzo - Anno: 2012

Sono particolarmente emozionato nello scrivere questa mia piccola recensione sul romanzo "L'uomo d'istinto" di Salvatore Scarciglia per due motivi: il primo, si tratta forse della prima recensione di questo romanzo presente in rete; secondo motivo, conoscendo personalmente l'autore, non vorrei trovarmi nella strana situazione di essere poco obiettivo nel giudicare l'opera prescindendo dai rapporti personali con l'autore. Proviamo!

L'uomo d'istinto è il primo romanzo di Salvatore Scarciglia pubblicato nel giugno 2012 da youcanprint.it ed è disponibile per la vendita, oltre che sul sito dell'editore, anche su molti stores on line quali amazon, bol e ibs.

Si tratta di un'opera raccontata in prima persona, che narra le vicende del protagonista P.M (il nome viene svelato dopo molte pagine), che si vede coinvolto in una serie di incontri e situazioni molto particolari dovute alla conoscenza del tutto casuale con un importante personaggio della letteratura, Richard Gerstein.

L'interesse per la lettura di questo romanzo si rivela sin dal titolo, che gioca sul doppio possibile significato a seconda della presenza o meno dell'apostrofo, e viene rimarcato con i primi passi dell'opera "Siamo al mondo per il mondo".

La trama di per sé è molto semplice, e ruota tutta intorno al protagonista, all'illustre letterato ed alla sua assitente, e a pochi altri personaggi e non costituisce quindi il vero filo conduttore della storia. L'atmosfera è quella estiva di una tipica città del nord Italia fatta di incontri fugaci e di rapporti piuttosto formali.

Sono invece i pensieri e le parole del protagonista che colpiscono più di ogni altra cosa e ci spingono ad andare avanti nella lettura del romanzo, in un misto di ironia, sarcarsmo e perché no, anche un po' di sano cinismo. La sensazione che abbiamo del protagonista è quella di una persona che parla poco, ma ha dentro di se tanto da dire: impossibile rimanere impassibili di fronte alla netta contraddizione esistente tra i modi ed i pensieri del protagonista: se da un lato i primi sembrano essere pacati e sereni, i secondi rappresentano una serie di crude quotidiane verità che la maggior parte di noi fa fatica ad ammettere.

Ottimo esordio nella letteratura quindi per Salvatore Scarciglia che, nonostante qualche errore che si trova qua e là durante la lettura (giustificato dal fatto che si tratta di un'opera auto-pubblicata) riesce a stupirci con un racconto ottimamente scritto, e a lasciarci con la sensazione di voler sapere qualcosa in più di P.M.; ma è forse questo il fine ultimo dell'uomo d'istinto, e cioè quello di "rivelarsi" a poco a poco e probabilmente non del tutto, attraverso la scrittura.

Visita il sito dell'autore www.sscarciglia.it.


BelloBelloBelloBelloBelloBello

25/07/2012 - Il piccolo principe
di Antoine de Saint-Exupéry
Genere: Romanzo - Anno: 1943

Della serie: trovarsi in vacanza senza più libri da leggere e "rubarne" uno al figlio di 8 anni...


Così cosìCosì cosìCosì cosìCosì cosìCosì cosìCosì così

30/03/2012 - Le prime luci del mattino
di Fabio Volo
Genere: Romanzo - Anno: 2011

Premessa: a me Fabio Volo piace molto sia come attore sia come personaggio. E' il primo libro che leggo e quindi mi risevo di provare a leggerne almeno un altro prima di esprimere un giudizio su Volo in quanto autore. Questo libro mi ha lasciato un po' deluso: ripetitivo, tema trito e ritrito e quindi poco originale, per fortuna è corto e si legge in fretta.


BruttoBruttoBruttoBruttoBruttoBrutto

29/12/2011 - La solitudine dei numeri primi
di Paolo Giordano
Genere: Romanzo - Anno: 2008

Deludente, squallido, inconcludente, inutile, scritto anche male! Insomma! Poche volte mi è capitato di rimanere così deluso da un romanzo. Ad ogni pagina si ha l'impressione di arrivare finalmente ad una svolta, ma si scopre in maniera quasi irritante che questa svolta non arriverà mai! Nemmeno alla fine del libro! Una sorta di diario: questo è quello che traspare dalla lettura del libro! Non capisco davvero come abbia potuto vendere così tanto...


BelloBelloBelloBelloBelloBello

09/06/2010 - Walden ovvero vita nei boschi
di Henry D. Thoreau
Genere: Romanzo - Anno:

Sono moltissime le citazioni che potrei riportare tratte da questo libro, e tutte molto attuali e rapportabili anche ai giorni nostri: dalla celebre "Andai nei boschi perchè volevo vivere con saggezza..." citata nel film "L'attimo fuggente", alla più recente "Datemi la verità, invece che amore, danaro o fama", riportata da quel Christopher McCandless reso famoso dal film "Into the wild" (tratto a sua volta dal libro di Krakauer). Ed è proprio dopo la lettura e la visione di questo libro/film che sono rimasto incuriosito da quest'opera dove la semplicità dei momenti quotidiani diventa il tema centrale dell'intera esperienza di Thoreau.


BelloBelloBelloBelloBelloBello

10/01/2010 - Non ti muovere
di Margaret Mazzantini
Genere: Romanzo - Anno: 2001

Incuriosito dopo aver visto il film, e stimolato dall'entusiasmo di mia moglie, ho deciso alla fine di leggere questo libro. L'ho trovato molto bello, profondo e sincero, in alcuni momenti anche commovente (il primo e l'ultimo capito). Se proprio vogliamo trovare un lato negativo, ho trovato un po' forzati gli ultimi capitoli della storia del protagonista con Italia: si poteva anche tagliare insomma! Per il resto, anche se avete già visto il film, leggetero: ne vale la pena!