Film visti di recente


CarinoCarinoCarinoCarinoCarinoCarino

06/02/2013 - Defiance - I giorni del coraggio
di Edward Zwick, con D. Craig, L. Schreiber, J. Bell
Genere: Guerra - Anno: 2009

Un film sulla resistenza ambientato in Bielorussia durante la seconda guerra mondiale. Si tratta di una storia realmente accaduta e tal quale viene narrata. Unico difetto di questo film è che a volte ci si domanda se la pellicola che scorre davanti agli occhi sia Defiance oppure… "robin hood"


CarinoCarinoCarinoCarinoCarinoCarino

05/02/2013 - Ultimatum alla terra
di Scott Derrickson, con K. Reeves, J. Connelly, J. Hamm
Genere: Fantascienza - Anno: 2008

Un buon film di fantascienza sugli alieni con un messaggio positivo


BelloBelloBelloBelloBelloBello

13/01/2013 - Il primo dei bugiardi
di Ricky Gervais, con R. Gervais, J. Garner, J. Hill
Genere: Commedia - Anno: 2009

In un mondo dove non esiste il concetto di "bugia", cosa succederebbe se improvvisamente scopriste che in realtà siete in grado di mentire? Una commedia davvero originale che merita di essere vista!


CarinoCarinoCarinoCarinoCarinoCarino

30/12/2012 - At the end of the day
di Cosimo Alemà, con S. Baker, S. Cohan, V. Kane
Genere: Thriller - Anno: 2010

Anche qui siamo di frontre a qualcosa di stravisto in un mix che comunque riesce a coinvolgerti in modo sufficiente. Peccato che quel che rimane sia un filmetto e nulla di più. Buone comunque le riprese tra l'erba e gli alberi che creano quella giusta dose di tensione.


CarinoCarinoCarinoCarinoCarinoCarino

27/12/2012 - La banda dei Babbi Natale
di Paolo Genovese, con Aldo Giovanni e Giacomo
Genere: Commedia - Anno: 2010

Strappa giusto qualche risata, ma nulla di più


StupendoStupendoStupendoStupendoStupendoStupendo

26/12/2012 - A Christmas Carol
di Robert Zemeckis, con J. Carrey, G. Oldman, R. Wright
Genere: Animazione - Anno: 2009

Spettacolare l'uso del 3D, le animazioni e le ambientazioni cupe che sono presenti durante tutto il corso del film. Forse più adatto ad un pubblico adulto, è un film da non perdere assolutamente


Così cosìCosì cosìCosì cosìCosì cosìCosì cosìCosì così

15/12/2012 - Un gelido inverno
di Debra Granik, con J. Lawrence, J. Hawkes, A. Thompso
Genere: Drammatico - Anno: 2010

Noioso


BelloBelloBelloBelloBelloBello

14/12/2012 - Moon
di Duncan Jones, con S. Rockwell, K. Spacey
Genere: Fantascienza - Anno: 2009

Nonostante le numerose "citazioni", il film è molto originale e piacevole. Non era facile realizzare un buon film con un solo protagonista, e con il rischio sempre presente di scopiazzare troppo di qua e di là rendendo il lavoro finale un qualcosa di già visto. Consigliato!


CarinoCarinoCarinoCarinoCarinoCarino

05/12/2012 - Oltre le regole
di Oren Moverman, con B. Foster, J. Malone, E. Walker
Genere: Drammatico - Anno: 2009

L'ufficiale dell'esercito statunitense interpretato da Ben Foster ha il nuovo compito di notificare alle relative famiglie, la morte dei soldati americani vittime del conflitto in Iraq. La guerra, vista da un punto di vista nuovo. Tutto sommato un buon film.


StupendoStupendoStupendoStupendoStupendoStupendo

06/11/2012 - L'eco del silenzio
di Louise Osmond, con J. Simpson
Genere: Montagna - Anno: 2007

L'eco del silenzio è tratto dall'omonimo libro di J. Simpson, autore dell'acclamatissimo libro/film "La morte sospesa". Il film ripercorre una delle vicende più tragiche dell’epopea dell’alpinismo classico: il tentativo del giovane e brillante scalatore Toni Kurz che nel 1936 affrontò con tre compagni di cordata l’inviolata parete Nord dell’Eiger. Con una coinvolgente ricostruzione dei fatti accaduti in quei “maledetti” giorni, Simpson ci guida in un tempo e in uno spirito dell’alpinismo che sembrano oggi lontanissimi. L’impresa si concluse drammaticamente, ma rimane uno degli esempi più eroici e luminosi nella storia dell’alpinismo mondiale. Simpson, con un raccondo adrenalinico, guida lo spettatore in un tempo e in uno spirito che ci sembrano oggi lontanissimi e ripercorre la vicenda calandosi, meglio di chiunque altro, nella mente dello sfortunato Kurz. Il film termina con un'attenta riflessione sul concetto del rischio estremo. Bellissimo! Se cercate su Youtube "Eco del silenzio", potete trovare l'intero film diviso in sei parti.